CORSO DI FORMAZIONE

Hatha Yoga

CORSO DI FORMAZIONE

Hatha Yoga

Programma scuola di formazione Hatha Yoga 250 ore Plus, riconosciuta da Yoga Alliance International Divisione Italia.

A livello Internazionale la Scuola Yoga di Roma è certificata Yoga Alliance la più importante Federazione Yoga a livello mondiale: dopo aver superato con successo  l’esame sia teorico che pratico gli insegnanti  di Alice Yoga Roma possono richiedere la certificazione Internazionale con riconoscimento in tutto il mondo.

“HATHA YOGA E I PRINCIPI FONDAMENTALI DI AYURVEDA”

Docente unica Alice Paradisi il programma è  stato creato da lei, introducendo  tutta la sua esperienza e pratica nel mondo dell”Hatha Yoga e nell’ Ayurveda.

Il corso è sostenuto al 100% delle ore dalla docente Alice Paradisi iscritta al registro di Yoga Alliance International Divisione Italia con il titolo Eryt 500 Plus Senior quarto livello Advanced.

Il programma è di 250 ore di cui 225 sono frontali ed è registrato al copyright internazionale.

E’ indirizzato sia a coloro che desiderano conseguire una formazione qualificata per l’insegnamento dello yoga, sia per tutti coloro che desiderano approfondire un percorso personale di conoscenza ed evoluzione individuale attraverso una pratica di yoga approfondita.

Vengono affrontati gli aspetti fondamentali dello Hatha Yoga e i principi fondamentali dell’ayurveda.          Il corso viene proposto sia in diretta online su app Google Meet che in presenza presso la nostra sede.

I requisiti accesso ai corsi di formazione sono:

Esperienza di pratica yoga minimo 1 anno e con possibilità di valutazione da parte della docente.
Disponibilità ad accettare l’impegno ad una costante pratica individuale fisica e morale secondo i principi etici dello yoga.
Disponibilità ad accettare di incontrarsi con i propri colleghi sia in sede che online per le ore di studio, fuori dal corso che devono ammontare a 30 ore.

Non ci sono limiti di età nè discriminazioni a livello razziale o sessuale.

Accettiamo con grande piacere anche allievi con piccole difficoltà come dislessia o simili, purchè in grado di apprendere e poter insegnare a loro volta.

Ogni allievo proporrà delle sequenze da lui create e riceverà al termine i feedback degli allievi (ossia i colleghi del corso) e, soprattutto, quelli della docente in modo tale da migliorarsi sin da subito.

                                                                     PROGRAMMA 250 ore (267 ore)

                                                 “Hatha Yoga e principi fondamentali di Ayurveda”

Fondamenti della filosofia e spiritualita’ yoga – 30 ore

– cosa e’ Hatha Yoga

– origini e fonti dello Yoga

– i Veda

– lettura dell’ Hatha Yoga Pradipika

– lettura del Gheranda Samitha e degli Yoga Sutra di Patanjali

– i medici ayurveda : Charaka Samhita, Sushruta Samhita e Dhanvantari

– divinita’ induiste

Codice deontologico 5 ore

Gli yamas e niyamas degli 8 passi di Patanjali.

– anatomia, fisiologia, biomeccanica – 25 ore

– il corpo nella visione yogica

– sistema endocrino -sistema cardiovascolare -sistema osseo -sistema nervoso -apparato digerente -cenni di biomeccanica.

– come si attiva la colonna vertebrale nello yoga, come si articolano le vertebre, l’importante collegamento tra il diaframma e la colonna vertebrale, gli psoas iliaci e la grande importanza tra loro e gli asana.

– l’apparato respiratorio, fisiologia della respirazione.

– studio dettagliato del diaframma sia a livello yogico che posturale

– l’importanza della merudanda (la colonna vertebrale) in india.

– anatomia del perineo e la sua importanza sia a livello posturale che a livello respiratorio

– colonna vertebrale e yoga

– come si articolano le vertebre

– il diaframma e yoga

– punti marma e la loro importanza negli asana

– psoas iliaci e yoga

– studio dei piedi con le sue ossa, articolazioni e muscoli intrinseci ed estrinseci

Anatomia e fisiologia sottile – 25 ore

– le nadi, i chakra, il prana

– i cinque vayu, i cinque kosha

I principi fondamentali dell’ayurveda applicati allo Hatha Yoga – ore 20

– cosa sono i punti marma e la loro importanza nello yoga e nell’ayurveda e nell’apertura delle nadi per far scorre il prana

– piantina punti marma parte anteriore e posteriore

– Charaka Samitha e il re dei dosha: il vata

– i dosha (vata, pitta e kapha)

– i subdosha

– dieta per ogni dosha

– agni, malas e ama

– i 7 dathu

– la costituzione vata e il suo approccio allo yoga

– la costituzione pitta e il suo approccio allo yoga

– la costituzione kapha, le miste e sannipata

– il protocollo della terapia ayurvedica

– il panchakarma e la differenza con gli shatkarman

– automassaggio ayurveda guidato dall a docente, per rinforzare i dathu del futuro insegnante

– l’importanza dell’insegnante di yoga nel mantenere purificato il suo corpo tramite tecniche, come ad esempio: l’uso del netta lingua, oil pulling, etc.

– karna dauthi (la purificazione delle orecchie)

Costruzione delle sequenze: come porsi davanti agli allievi – 30 ore

– l’arte della sequenza

– importanza del tono della voce e della cadenza

– studio di come divenire empatici con gli allievi e mantenere la riservatezza

– come andare incontro alle problematiche posturali e vertebrali degli allievi durante una sequenza.

Studio gli asana stagionali per mantenere in equilibrio i dosha – 20 ore

Importanza delle stagioni nello yoga e nell’’ayurveda

– studio degli asana per autunno

– studio degli asana per inverno

– studio degli asana per primavera

– studio degli asana per l’estate

– gli asana (pratica 28 ore, didattica 16 ore)

– Il corpo nella visione yogica

– Studio e pratica degli shatkarman: nauli, neti, basti, trataka, kapalabhati, dhauti

– Allineamento, lavoro nelle simmetrie del corpo

– Teoria generale degli asana e loro classificazione:

– Posizioni di flessione della colonna vertebrale

– Posizioni di estensione della colonna vertebrale;

– Posizioni di flessione laterale;

– Posizioni di torsione;

– Posizioni di equilibrio:

– Posizioni capovolte compreso il mudra viparitakarani

– Posizioni di apertura e chiusura delle anche e delle spalle;

– Posizioni di ascolto e digestione:

– Benefici e controindicazioni degli asana trattate

– Insegnamento pratico dei partecipanti – 10 ore

Ogni allievo prepara una sequenza da proporre durante gli incontri seguendo i propri colleghi come se fossero degli allievi. Al termine della sequenza riceverà dei feedback soprattutto da parte della docente. E’ essenziale per crescere da subito come insegnante durante il corso.

Meditazione e mantra

(didattica 2 ore, pratica 4 ore, filosofia e storia 5 ore)

– la mente come veicolo di prana

– cos’e’ il mala e il modo corretto per usarlo usarlo

– pratyahara

– tecniche per praticare pratyahara

– sequenza di pratyahara di Alice Paradisi

– dharana

– tecniche di visualizzazione per praticare dharana

– dyana -samadhi

– uso delle campane tibetane, ocean drum, gong

– tecnica di meditazione con seme astratto

– meditazione di hong- so

– manas

– filo conduttore

– i mantra: om, il gayatri mantra, svasti mantra , etc.

– il surya namaskara con la recitazione del suo mantra

– la routine quotidiana e le regole di buona condotta

– suddivisione di hatha yoga e di yoga

– i mudra

– shambhavi mudra

– i mudra delle mani

– maha mudra

– savasana e yoga nidra

– savasana e impatto sulla colonna vertebrale

– savasana nei tre dosha

– pratica 17 ore, anatomia e fisiologia dell’apparato respiratorio 10 ore

– la pratica del pranayama

– i bandha e il traya bandha

– i kumbaka e la loro grande importanza nell’hatha yoga

– nadi shodana e stimolazione dei punti marma del viso per aprire le nadi e far scorrere il prana.

– bramhari pranayama

– pranayama bhastrika

– ujjayi, sitkarin, sitali pranayama e jihwa dhauti

– eka klaman krya (il respiro da un polmone solo)

– esercizio di ricarica pranica

– studio della shakty kundalini e dei krya – 20 ore

– kundalini e muladhara chakra

– il kali-yuga e la risalita della shakti

– asana sul muladhara chakra per risvegliare kundalini

– il mantra kundalini

-primo krya di satyananda saraswati in padmasana

– sequenza pratica di kundalini

– origine dei krya e maestro

– cosa sono i krya

– esercizio di doppia respirazione (con contrazione)

– drishtkriya

– posizione dei venti con krya

– marjarii krya l’azione del gatto

– vajarasana con krya bhujangini mudra l’azione purificatrice del cobra in movimento

– tadasana (la posizione della montagna)

– vrikshasana (la posizione dell’albero)

– virabadrasana 1—2-3

– marjariasana (la posizione del gatto) e bitilasana (la posizione della mucca)

– bujangasana con bujianjini mudra

– salamba bujangasana

– gomukasana

– vajrasana

– setu bhandasana e eka pada setu bandhasana

– pavanamuktasana

– ardha matsyendrasana

– stambasana

– supta baddha konasana

– supta dandasana

– adho mukka virasana e supta visarasana

– baddha konasana anatomia degli asana autunnali

– anatomia di virabhadrasana

– anatomia di utkatakonasana

– adho mukka svanasana

– setu bandhasana

– vrkasana

– asana autunnali

– virabadrasana III

– utkata konasana e varianti

– utthita parsvakonasana

– prasarita padottanasana

– asana per l’inverno: navasana

– esecuzione navasana

– asana per la primavera

– utkatasana e la sua variante

– simhasana

– utthita trikonasana

– parivrtta parsvakonasana

– anatomia degli asana

– setubandhasana

– sasangasana (la posizione della lepre)

– vajrara mudra il gesto del diamante

– jatara parivartanasana

– parsvottanasana

– ardha sarvangasana (mezza candela) con la respirazione kapalabhati

– ardha vashistasana: la mezza posizione del saggio vashista

– torsione in ardha siddha ardha vajrasana

CONTATTI

Restiamo in contatto

Siamo felici di essere a tua disposizione e rispondere a qualsiasi domanda o richiesta tu possa avere. Non esitare a contattarci per avere ulteriori informazioni sulle nostre lezioni di yoga, sui corsi disponibili o per prenotare una consulenza privata.

Non esitare a metterti in contatto con noi e iniziare il tuo viaggio verso una mente e un corpo più equilibrati.

Compila il form per richiedere maggiori informazioni

Il programma è strutturato in due livelli.

Il primo di 100 ore e il secondo di 150 ore.

Il primo e’ strutturato in 10 incontri da 10 week end, per un totale monte ore accademico di 100 ore.

Un incontro al mese, il sabato dalle 15.30 alle 19.00, la domenica dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 18.00.

E’ in presenza e/o online su Google Meet, collettivo oppure one to one.

I costi e gli orari sono i medesimi.

Ideato da Alice Paradisi, si caratterizza perché approfondisce anche importanti concetti di teoria Ayurveda. Infatti, le origini dello Yoga sono radicate in quelle dell’ Ayurveda e non si può insegnare Yoga senza essere consapevoli di questo. Senza dimenticare, naturalmente, una buona base di anatomia e fisiologia del corpo umano.

Il futuro insegnante, uscendo da questo percorso formativo, avrà la capacità di riconoscere le problematiche vertebrali, le costituzioni (Prakriti) e le alterazioni dei Dosha degli allievi. Quindi sarà in grado di creare una lezione ad hoc, a seconda della classe che avrà dinanzi, proprio perché avrà solide basi ayurvediche, oltre che yogiche.

In classe saranno letti testi sacri dello Yoga, a seconda dell’argomento trattato, per comprendere la filosofia sottesa alla pratica.

Per quanto riguarda la parte pratica, la lezione tipo verterà sull’approfondimento per ogni singolo asana (posizione) della parte anatomica coinvolta, il suo effetto posturale e il Dosha che viene riequilibrato.

In particolare: l’impatto sulla colonna vertebrale, sul diaframma (respiro), su organi e ghiandole interni, sulle articolazioni sollecitate nello specifico e quali punti Marma vengono stimolati.

Dal quinto incontro l’allievo dovrà, oltre allo studio della dispensa, creare una sequenza. Piano piano, con l’attenta supervisione della docente, l’allievo quindi imparerà a creare una lezione.